Ostrega

Ostrega è un pazzo esperimento del 2014 frutto delle condizioni meteorologiche dell’annata.

A causa di una grossa pioggia a metà vendemmia, le uve raccolte e messe in cassette ad appassire per produrre Amarone, hanno cominciato a sviluppare botrite dopo un paio di settimane. Si è così deciso di selezionare nuovamente l’uva nelle cassette. L’uva colpita da botrite scartata e pressata subito è stata la base di partenza di questo vino; è seguita una fermentazione molto lenta (durata da novembre alla primavera successiva) ed il successivo affinamento in acciaio.
Il nome Ostrega (che in dialetto veronese significa anche (“sorpresa”) è dovuto alla sorpresa che si ha tra il vino che ci si aspetta annusandone il profumo nel bicchiere e il successivo gusto che si trova bevendolo. È un falso bianco, un vino bianco con un corpo da rosso, da fine pasto abbinato ai formaggi appena prima di passare al dolce.

Scheda Tecnica

ENOLOGIA
Vinificatori in: acciaio
Macerazione: no
Anidride solforosa e/o acido ascorbico: solforosa 5 g/hl
sul mosto, no ascorbico
Utilizzo di lieviti selezionati: No
Metodologia di stabilizzazione: statica, spontanea
Filtraggi: no
Chiarifiche: no
Affinamento in acciaio (durata): 4 anni
Eventuale affinamento in botte o barrique: No
Eventuale affinamento in bottiglia (durata): 2 mesi
Eventuali correzioni: no
Uso di mosto concentrato/mosto conc. rettificato: no
Utilizzo di concentratore: no
Pratiche di “salasso”: no
Resa uva/vino (%): 64
Numero di bottiglie prodotte: 600
Tipologia bottiglia: bordolese expo
Tappo in (materiale): sughero monoblocco
Certificazione: biologica
VITICOLTURA
Suolo: Argilloso calcareo, con molto scheletro
Esposizione dei filari: mezzogiorno-sera
Altitudine: 300 m s.l.m.
Vitigno/i: Corvinone 90%, Corvina,
Rondinella
Portainnesto/i: K5BB, SO4, 41B, 140RU
Forma di allevamento: Pergola veronese
Età delle viti: 3-40
Densità d’impianto (ceppi/ha): 3500-4000
Produzione per ceppo (kg/pianta): 2-2,5
Produzione per ettaro (q/ha): 80-100
Trattamenti: rame e zolfo, confusione
sessuale
Fertilizzanti: letame ogni 3-5 anni a necessità
Data vendemmia: 01 Ottobre 2016
Modalità di vendemmia: manuale in cassone
Utilizzo di uve acquistate da terzi: no
Certificazioni: biologica
CARATTERISTICHE CHIMICHE
Titolo alcolometrico: 16%vol
Acidità tot/vol (g/l): 5,20/0,88
Estratto secco (g/l): 23
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbott.): 45
Residuo zuccherino (g/l): 0,6